Cinque cose che (forse) non sapevate sulle idrostufe | yourFire

da un'idea di yourFire

Condividi

Email Pinterest

Cinque cose che (forse) non sapevate sulle idrostufe

Conosciamo meglio le stufe a pellet idro

Le "termostufe" o "idrostufe" sono quei generatori di calore a pellet che si collegano all'impianto idraulico esistente e, anziché produrre aria calda, scaldano l'acqua che circola nei termosifoni o nell'impianto a pavimento. Di seguito trovate cinque curiosità di cui forse non avete mai sentito parlare riguardo a questo interessante prodotto per il riscaldamento.

1. Le stufe idro sono più “fredde” all’esterno rispetto alle altre.

Questo accade perché sono progettate per scambiare più calore possibile con l’acqua dell’impianto, anziché con l’ambiente.

La potenza delle stufe idro è indicata da due valori. Il primo indica la potenza totale del prodotto e il secondo indica la potenza ceduta all’acqua. Di solito la differenza tra i due è di 2-3 kW ed indica il calore che la stufa regala naturalmente all’ambiente in cui è installata. Noterete che non è un valore altissimo e quanto più basso è questo valore, tanto maggiore è la performance e la capacità di scambio termico all'acqua.

 

2. Se il salotto dove installerai l’idrostufa è piccolo, meglio non mettere il termosifone.

Nel caso di un ambiente di installazione piccolo, e magari anche ben isolato, i 2-3 kW di calore che la stufa idro regala naturalmente sono già sufficienti. Il termosifone potrebbe essere di troppo e semplicemente potreste valutare la possibilità di chiuderlo.

 

3. Le stufe idro più potenti possono produrre acqua calda sanitaria, ma in questo caso è sempre meglio abbinarle ad un puffer.

Le stufe ad acqua di più di 20-22 kW, come il modello Swing di MCZ nella foto qui sotto, si possono abbinare ad un apposito kit per produrre acqua calda sanitaria istantanea (kit ACS). Gli svantaggi sono che l’acqua esce subito calda dal rubinetto solo se la stufa è accesa e sta funzionando a regime. Se invece è spenta, o sta funzionando al minimo, potrebbero volerci diversi minuti per sentirla uscire calda. La portata d’acqua, poi, non è altissima, ed è per questo che è sempre consigliata l’abbinata con un puffer o con un bollitore.

Stufa hydro Swing

4. Quando l’idrostufa lavora in integrazione ad un impianto esistente, è necessario uno scambiatore a piastre o un puffer per la separazione degli impianti.

L’idrostufa può lavorare come unico generatore di calore per l’abitazione  oppure anche in integrazione dell’impianto già esistente a gas, a metano o a gpl. In questo caso è necessario utilizzare degli strumenti che separino gli impianti e che permettano lo scambio di calore tra impianti diversi, come uno scambiatore a piastre o un puffer con serpentino che alimenti i generatori di calore diversi dalla stufa. 

 

5. La stufa idro non va mai collegata direttamente al termosifone.

Non è assolutamente consigliato collegare un’idrostufa al posto di un radiatore, riutilizzando i tubi che lo collegavano all'impianto. Questo perché nel 99% dei casi i tubi saranno di diametro troppo piccolo per permettere una sufficiente circolazione dell'acqua: la stufa finirebbe per scaldare solo parte dei termosifoni o per non raggiungere la temperatura voluta.

L’idrostufa va collegata al collettore idraulico, quel “groviglio” di tubi idraulici che di solito si trova nel sottoscala o in bagno. Solo in questo modo l’acqua calda che produce sarà in grado di raggiungere tutti i termosifoni dell’impianto.

 

Vuoi sapere tutto ma proprio tutto sulle termostufe? Scarica la nostra Guida!

 

Lascia un commento!

Salve, sono interessato a mettere una stufa a pellet idro sui termosifoni, completa anche di ventilazione. Volevo un vostro consiglio per un appartamento di circa 400 m3 cubi. Di quanti Kw. deve esesre la stufa?, e quale mi consigliate, mi interessa sapere anche per quanto riguarda i consumi. Grazie e attendo una vostra risposta

@Giuseppe, per fare il calcolo sui kW necessari ti consiglio di leggere questo nostro articolo: https://magazine.yourfire.com/it/potenza-stufa-a-pellet-quanti-kw-mi-ser... Per quanto riguarda il modello specifico da scegliere, posso consigliarti di valutare sempre prodotti con classi di efficienza energetica A+ o superiori e, per l'Italia, con una certificazione di qualità ambientale di almeno 4 stelle (Aria Pulita). Un buon installatore potrà sicuramente consigliarti al meglio (chiedi qui una consulenza: https://lp.yourfire.com/richiedi-consulenza-stufe-caminetti-caldaie

Salve io vorrei convertire un impianto di riscaldamento con un puffer da 500 litri, che ora va e non va, con una pompa di calore elettrica, facendolo funzionare con una termostufa a pellet. In realtà i 500 litri di acqua sono eccessivi, basterebbe un serbatoio da 300, e, comunque, basterebbe scaldarli a 60° perché la casa si trova al mare in una località particolarmente riparata dal freddo. Il puffer è collegato a un vecchio impianto di riscaldamento a radiatori di ghisa, su due piani, ma, di solito, funzionano solo quelli del piano terreno. E' possibile secondo voi? Sarebbe conveniente?

ciao francesco mi puoi dire se la termostufa è rumorosa, con lauto pulizia se ti trovi bene e quanto consuma ?
io devo prendere la clio 16kw oidromatic .
me la consigli.

salve, vorrei istallare una termostufa pellet, ma dicono che non e più conviente con i prezzi del pellet.
mi potete dire quale e il vero risparmio dal metano al pellet.

salve, ho letto nelle vistre risposte,che con la termostufa a pellet in casa si crea meno umidità sui muri e muffe?
io vi chiedo scaldo con metano e l'umidità sui muri e la muffa ce li sempre, se ustallo termostufa a pellet e riscaldo con pellet ,l'umidità e le muffe in casa spariranno?

Salve, ho una stufa idro Marlen MCZ, siccome non ho abbinato nessun puffer non mi riesce a fare acqua calda, posso disattivare la funzione idro e usarla solo per i termosifoni? Grazie mille

@Saverio, riguardo ai calcoli sul risparmio puoi leggere questo nostro articolo: http://www.yourfire.com/it/riscaldare-a-pellet-conviene

@Antonio, non so se ho capito bene che modello hai acquistato. La stufa idro, in ogni caso, può scaldare anche solo i termosifoni se l'acqua calda sanitaria non ti serve.

@Massimo, è fattibile sicuramente. Dovrai però fare un buon dimensionamento, cioè individuare la potenza corretta della stufa in modo che sia in grado di scaldare correttamente tutti i radiatori oppure solo quelli del pianterreno. Hai sicuramente bisogno del sopralluogo di un bravo termoidraulico abilitato. Da questo form puoi richiederlo gratuitamente: https://lp.yourfire.com/sopralluogo-stufe-pellet-idrostufe

Salve, dovrei acquistare la caldaia a pellet idro per 200 metri quadri... mi hanno consigliato una 24kw della famar, ma ho scoperto che la 34kw addirittura mi costerebbe meno ed inoltre è policombustibile.... il mio dubbio è se mi conviene puntare sul 34kw , o stare sui 24 consigliati...cosa mi dite?? Sicuramente la 24 consuma leggermente meno??

@Manuele 78, i kW della caldaia a pellet vanno dimensionati in base al volume da riscaldare e alla metratura della casa. Non ha senso prendere una 34 kW se per te sono sufficienti 24 kW. Rischieresti di avere troppo caldo.

Si potrebbe avere uno schema di come andrebbe collegata una stufa idro senza puffer ma solo attaccata ai termosifoni. tipo altezza tubi e interassi e quanti? visto che sto facendo predisposizione?

Vorrei mettere una idrostufa in appartamento al posto della caldaia ora esistente con impianto autonomo è fattibile?
Grazie
Emanuele

Buongiorno,
ho una casa su tre piani con stufa a pellet idro (senza puffer) in taverna.
Il problema e' che prima di farla partire devo alzare la temperatura desiderata sui cronotermostati altrimenti la stufa poco tempo dopo va in blocco perche' la temperatura dell'acqua nei tubi raggiunge la temperatura massima.
Il fatto e' che il mio obiettivo non e' avere 25 gradi in casa perche' significa sprecare pellet ed avere troppo caldo.
Come posso sfruttare adeguatamente la mia idrostufa?
Grazie mille.

@Emanuele, installare una stufa in appartamento è possibile valutando bene lo scarico fumi (a questo proposito leggi il nostro articolo https://magazine.yourfire.com/it/gestire-stufa-a-pellet-senza-canna-fuma...). Chiedi un sopralluogo ad un tecnico per avere tutti i dettagli. Lo puoi richiedere gratuitamente qui: https://lp.yourfire.com/sopralluogo-stufe-pellet-idrostufe

Ciao a tutti, io ho casa (75mq) e fra poco mi trasferirò e volevo mettere una stufa IDRO a pellet e vorrei istallarla nel garage (45mq). In casa ho 7 termosifoni mentre nel garage 1.
Vorrei sapere quale stufa mi consigliate . Grazie anticipatamente !

@Sergio, il problema è che l'acqua calda che la stufa produce è troppa e non può essere usata solo per scaldare la taverna, ma va smaltirla da qualche parte nell'impianto. E' normale che vada in blocco subito dopo, se non vengono alzati i termostati: questo accade proprio perché la stufa non riesce a smaltire l'acqua calda prodotta. Per risolvere potresti lasciare aperta una zona della casa, in modo che da scaldare la taverna e allo stesso tempo smaltire l'acqua, ovviamente però avrai quella parte della casa sempre calda, senza forse averne bisogno. Un'altra soluzione è installare un puffer, ma in ogni caso va contattato un idraulico, perché, anche con il puffer, quando è arrivato in temperatura, la stufa o si ferma o va in blocco per sovratemperatura.

@Felicia, ti consigliamo un sopralluogo, perché sulla base di queste informazioni è difficile darti un consiglio. Qui puoi chiedere un sopralluogo gratuito senza impegno con uno dei nostri tecnici: https://lp.yourfire.com/sopralluogo-stufe-pellet-idrostufe

Salve io possiedo una idro pellet da 17 kw che alimenta una casa di circa 100 mq. Collegata ai classici termosifoni in alluminio.. da otto anni non ho avuto nessun tipo di problema.. c'è da dire che i termosifoni di una stanza che tuttora non uso erano disattivati fino al mese scorso, quando mi sono deciso di riscaldare anche quella stanza... l'unico problema che ho riscontrato da quel momento è stato il fatto che la stufa non riesce a raggiungere la temperatura dell'acqua che io le imposto. Es: ora è impostata a 65°C e al Max raggiunge 64°C. non riuscendo ad andare in modulazione... mi sta venendo la tentazione di installare nella stanza dove c'è la stufa ( stanza molto grande), un termoconvettore al posto del grande termosifone ad elementi.. per due motivi. Il primo è per risparmiare un po' d'acqua a vantaggio degli altri termosifoni; il secondo è per avere una maggiore quantità di calore dovuta dall'aria forzata.. .. secondo lei cosa è meglio fare? Grazie.

Gentilmente vorrei un consiglio, sono indeciso tra una caldaia a metano oppure una stufa idro senza acqua calda dov’è risparmio di più ?

@Vincenzo, è difficile risponderti. La scelta è tua e va fatta sulla base delle tue esigenze, in accordo con un professionista che sappia guidarti al meglio. In ogni caso possiamo dirti che il pellet continua a essere conveniente come combustibile rispetto al metano.

@Pablo, se fino adesso la stufa ha sempre funzionato bene senza problemi finché i radiatori erano disattivati, la spiegazione è semplice: la stufa è sottodimensionata..
La potenza totale attivando i nuovi termosifoni è superiore ai 17 kW e quindi la stufa non riesce a riscaldare tutto. Installando un termoconvettore in realtà faresti ancora peggio, perché la stufa avrebbe bisogno ancora più potenza per riscaldarlo (il convettore rispetto ad un normale termosifone ha bisogno molti più kW per poi trasformarli in aria calda). Purtroppo non ci sono molte soluzioni. Dovresti sostituire la stufa con una più potente, in grado di riscaldare tutto l'impianto. In alternativa potresti installare un puffer, che vada a compensare i kW che la stufa non è in grado di produrre, ma questa soluzione va valutata attentamente da un termotecnico, perché potrebbe non essere sufficiente per risolvere il problema.

Buon giorno, ho casa di 2 piani con scala per raggiungere piano notte. La casa ha soffitti alti con soffitti di 3/3,5 metro muri spessi fatti di pietra. Ho il caminetto a legna e radiatori a metano con caldaia.. D'Inverno fa molto freddo la casa non si riscalda mai.. Ero indirizzata x una termostufa, cosa mi consigliereste? Grazie

@Sara, una termostufa potrebbe aiutarti a tenere più calda almeno una parte dell'impianto, ma va comunque ben valutato di quanti kW avresti bisogno. Il rischio è di prendere una stufa troppo poco potente e di ritrovarti nuovamente al freddo. Ti può aiutare un rivenditore con un sopralluogo che puoi chiedere direttamente qui: https://lp.yourfire.com/sopralluogo-stufe-pellet-idrostufe

vorrei eliminare il camino a legna e mettere una stufa a pellet idro gradirei sapere se la stufa riscalda l'ambiente dove viene sistemata grazie

@Antonio, la stufa idro riscalda sempre almeno per 2-3 kW la stanza in cui viene installata. In alcuni modelli è disponibile anche una ventilazione ambiente, da regolare secondo il bisogno.

Buongiorno, avrei bisogno di un aiuto sulla scelta dell'inserto da posizionare nel mio camino. Possiedo da ormai tanti anni (più o meno 35) inserto a legna della Jolly-mec con impianto che scalda termosifoni e acqua sanitaria. All'inizio il calore che emanavano i termosifoni era anche troppo poi con il passare degli anni, ovviamente, la resa è parecchio diminuita! La mia abitazione è di 230 mq disposta su 2 livelli. Chiedo se possibile un indirizzo su quale modello scegliere e un consiglio se restare su inserto a legna o pellet. Grazie in anticipo, saluti Stefania.

@Stefania, fai intervenire un tecnico con un sopralluogo in modo da valutare esattamente il fabbisogno calorico della tua abitazione. Puoi chiederlo gratuitamente qui https://lp.yourfire.com/sopralluogo-stufe-pellet-idrostufe

Salve io hoa aquistato un anno fá una stufa a pellet da 33kw marca ravelli idro . e sinceramente non sono stato sodisfatto il consumo e eccessivo , allora ho deciso di prendere una caldaia ad ignezzione e il consumo e molto basso rispetto alla stufa . però la mia domanda é siccome la stufa ormai lo giá aquistata volevo sapere se si poteva farla funzionare senza i termi ma solo con la ventolazzione ?dato che ha anche quella funzione . aspetto in una vostra risposta grazie e cordiali saluti

Pagine

Gli articoli correlati