Cinque cose che (forse) non sapevate sulle idrostufe | yourFire

da un'idea di yourFire

Condividi

Email Pinterest

Cinque cose che (forse) non sapevate sulle idrostufe

Conosciamo meglio le stufe a pellet idro

Le "termostufe" o "idrostufe" sono quei generatori di calore a pellet che si collegano all'impianto idraulico esistente e, anziché produrre aria calda, scaldano l'acqua che circola nei termosifoni o nell'impianto a pavimento. Di seguito trovate cinque curiosità di cui forse non avete mai sentito parlare riguardo a questo interessante prodotto per il riscaldamento.

1. Le stufe idro sono più “fredde” all’esterno rispetto alle altre.

Questo accade perché sono progettate per scambiare più calore possibile con l’acqua dell’impianto, anziché con l’ambiente.

La potenza delle stufe idro è indicata da due valori. Il primo indica la potenza totale del prodotto e il secondo indica la potenza ceduta all’acqua. Di solito la differenza tra i due è di 2-3 kW ed indica il calore che la stufa regala naturalmente all’ambiente in cui è installata. Noterete che non è un valore altissimo e quanto più basso è questo valore, tanto maggiore è la performance e la capacità di scambio termico all'acqua.

 

2. Se il salotto dove installerai l’idrostufa è piccolo, meglio non mettere il termosifone.

Nel caso di un ambiente di installazione piccolo, e magari anche ben isolato, i 2-3 kW di calore che la stufa idro regala naturalmente sono già sufficienti. Il termosifone potrebbe essere di troppo e semplicemente potreste valutare la possibilità di chiuderlo.

 

3. Le stufe idro più potenti possono produrre acqua calda sanitaria, ma in questo caso è sempre meglio abbinarle ad un puffer.

Le stufe ad acqua di più di 20-22 kW, come il modello Swing di MCZ nella foto qui sotto, si possono abbinare ad un apposito kit per produrre acqua calda sanitaria istantanea (kit ACS). Gli svantaggi sono che l’acqua esce subito calda dal rubinetto solo se la stufa è accesa e sta funzionando a regime. Se invece è spenta, o sta funzionando al minimo, potrebbero volerci diversi minuti per sentirla uscire calda. La portata d’acqua, poi, non è altissima, ed è per questo che è sempre consigliata l’abbinata con un puffer o con un bollitore.

Stufa hydro Swing

4. Quando l’idrostufa lavora in integrazione ad un impianto esistente, è necessario uno scambiatore a piastre o un puffer per la separazione degli impianti.

L’idrostufa può lavorare come unico generatore di calore per l’abitazione  oppure anche in integrazione dell’impianto già esistente a gas, a metano o a gpl. In questo caso è necessario utilizzare degli strumenti che separino gli impianti e che permettano lo scambio di calore tra impianti diversi, come uno scambiatore a piastre o un puffer con serpentino che alimenti i generatori di calore diversi dalla stufa. 

 

5. La stufa idro non va mai collegata direttamente al termosifone.

Non è assolutamente consigliato collegare un’idrostufa al posto di un radiatore, riutilizzando i tubi che lo collegavano all'impianto. Questo perché nel 99% dei casi i tubi saranno di diametro troppo piccolo per permettere una sufficiente circolazione dell'acqua: la stufa finirebbe per scaldare solo parte dei termosifoni o per non raggiungere la temperatura voluta.

L’idrostufa va collegata al collettore idraulico, quel “groviglio” di tubi idraulici che di solito si trova nel sottoscala o in bagno. Solo in questo modo l’acqua calda che produce sarà in grado di raggiungere tutti i termosifoni dell’impianto.

 

Vuoi sapere tutto ma proprio tutto sulle termostufe? Scarica la nostra Guida!

 

Lascia un commento!

Buongiorno!vorrei chiedere un consiglio?vorrei comprare una termostufa a pellet e sapere se è possibile collegarla all'impianto già esistente nella casa sfruttando un termosifone..è un collegamento fattibile oppure bisogna collegare alla diramazione iniziale dell'impianto? Gianluca

Buongiorno vorrei collegare un caminetto idro all'impianto di riscaldamento mantenendo la caldaia preesistente.
Il mio idraulico mi diceva che burocraticamente ci potrebbero essere dei problemi tipo il conto delle calorie e altri problemi che non conosco.
Secondo voi è così complicato e ci sarebbero problemi? Grazie mille
Francesco

@Gianluca, come abbiamo scritto nel punto 5 di questo articolo, la stufa idro non va mai collegata direttamente al termosifone, rischieresti di scaldare solo parte dell'impianto e di non raggiungere la temperatura voluta. L’idrostufa va sempre collegata alla diramazione centrale, in modo da raggiungere tutti i termosifoni dell’impianto.

@Francesco, nel caso in cui si abbini il termocamino ad un altro generatore (la cui somma di potenza è maggiore di 35 kw) la presenza dello scambiatore a piastre permette di ovviare alla denuncia ISPESL in quanto non fa somma di potenza.

Salve. La mia stufa idro 14 kW, una volta impostata la temperatura dell'acqua, lavora sempre 3 gradi sotto, non raggiungendo la temperatura impostata e lavorando così sempre al Max. Da cosa può dipendere? Grazie

@Fabio, probabilmente la tua stufa è sottodimensionata oppure ci sono delle dispersioni che non le consentono di raggiungere la temperatura. Fai intervenire un tecnico per un'ispezione in loco. Facci sapere, ciao!

Salve, vorrei installare una idrostufa ma è difficile collegarla direttamente al collettore perché la stufa è molto lontana e dovrei rompere mezza casa. Siccome è più vicina la caldaia, l'idraulico mi ha detto che possiamo collegarla direttamente alla caldaia. Mi chiedo: si può fare? ma soprattutto è la stessa cosa che collegarla al collettore?

@Donato, il tuo idraulico ha ragione, si può fare, a patto che vengano installati anche gli opportuni accessori idraulici quali: valvole di intercettazione, valvole di non ritorno, ecc. Deve essere l'idraulico a valutare se la distanza rispetto al collettore è eccessiva o, al contrario, permette il buon funzionamento della stufa. Attenzione che se la somma delle potenze bruciate della stufa e della caldaia supera i 35 kW è necessario separare opportunamente l'impianto; altrimenti si è obbligati ad ottemperare a tutte le prescrizioni INAIL (ex. ISPESL) per gli impianti con potenza installata superiore a 35 kW.

Buongiorno,
Ho una caldaia a legna con circa 110 di accumulo di acqua alla quale vorrei affiancare una stufa idro pellet. Potete consigliarmi sulle scelte da fare?

Grazie

Marco

Ho una caldaia a pellet Idro con boiler 28 kW mi si è rotta la vermiculite interna alla camera di combustione quella attaccata alla parte interna come mi devo comportare???

@Paola, si può sostituire. Basta fare l'ordine presso una rivendita autorizzata o un centro di assistenza.

@Marco, è un po' difficile senza conoscere i dettagli della tua abitazione. In generale, se devi acquistare una stufa hydro, considera non solo il prezzo o la potenza, ma anche le certificazioni che ha ottenuto il prodotto. Quelle tedesche, svizzere o austriache sono molto restrittive per emissioni e rendimenti e potrebbero presto entrare in vigore anche da noi.

Buon giorno,
ho ristrutturato casa, predisponendo gli impianti per caldaia/termosifoni; non avendo ancora comprato la caldaia e gli elementi ma esclusivamente avendo predisposto il tutto, posso pensare di risparmiare applicando qualcosa di diverso, per il riscaldamento, all'impianto predisposto?
Grazie, Fabrizio

Salve, vorrei sapere se è possibile collegare una stufa idro ad un sistema di termosifoni installati a caduta, senza il ragno di distribuzione! L'impianto è di 30 anni fa! Grazie in anticipo.

@Fabrizio, al posto di una classica caldaia a gas, per risparmiare sul combustibile, puoi pensare ad una idrostufa a pellet o a una caldaia a pellet. Visto che i lavori non sono completati, puoi valutare di acquistare anche un puffer di accumulo e dei pannelli solari termici.

@Carlo, credo che tu stia parlando di termosifoni a cascata e collettore di distribuzione, la risposta è si, è possibile collegare una idrostufa a questo sistema. A causa della vetustà dell'impianto, i termosifoni più lontani dalla stufa potrebbero comunque soffrire di una temperatura inferiore e l'impianto intero avere una certa inerzia prima di andare a regime.

Buongiorno e complimenti per l'operato svolto. Vorrei chiedere un vostro parere in quanto ho avuto risposte molto discordanti tra 4 installatori interpellati:
Abitazione 110 m2 calpestabili su 2 piani (302 m3), 10 radiatori in ghisa per una capienza di 82 litri, muri da 25/28 senza cappotto (costruzione del 2000).
Vorrei installare un idrostufa a pellet ma ancora sono indeciso sulla potenza necessaria per avere un giusto equilibrio tra resa e consumi.
Grazie e buona giornata.

@Massimiliano, scusaci per il ritardo nella risposta, ci era sfuggito il tuo messaggio. Facendo un calcolo a spanne, dovrebbe bastarti una stufa da 15-16 kW anche se il tuo isolamento non è perfetto. In ogni caso, un'ispezione tecnica sul posto è sempre la soluzione migliore!

Se per favore parlando di idro potete eliminare foto erronee ove quest'ultime sono montate a ridosso muro, soprattutto se di carton gesso o similari. I tubi idraulici non seguono il design ed i clienti pretendono. Grazie

@Luca, le foto che pubblichiamo in effetti rappresentano una situazione molto favorevole, dove i collegamenti idraulici, realizzati in nicchia, combaciano perfettamente con la posizione della stufa. Più spesso, è vero, l'installazione della stufa avviene quando l'impianto è già esistente e i raccordi necessitano di maggiore spazio.

Salve sono Giampietro sono interessato a una termostufa a pellet,da collegare alla centralina,la termostufa si chiama Raffella IDRO,della Nordica 2.0,voglio precisare che a me interessa solo per i termosifoni,non per l'acqua sanitaria,ma sono confuso c'è veramente un gran risparmio tra pellet e gpl,e poi come vanno,qualcuno di voi ha montato questo prodotto,e sa dirmi come va,se è rumoroso,affidabile,un saluto Giampietro

Salve,innanzitutto complimenti x il servizio che date,sono un idraulico faccio questo lavoro da circa 15 anni,fino ad oggi ho sempre lavorato nell'impiantistica civile,ma da gennaio 2018 aprirò finalmente la mia ditta,ed oltre a fare tutto quello che ho acquisito con amore e passione in questi anni,vorrei anche Cominciare a dare servizio x installazioni idro stufe,visto le alte richieste che mi stanno arrivando ho già programmato dei corsi di formazione x poi cominciare, quindi volevo sapere se è possibile parlare con voi x consigli sulle corrette installazioni normative ed deve eventuali corsi, dove posso lasciare i miei contatti?

@Mario, grazie di averci scritto e grazie dei complimenti! All'interno della nostra associazione di categoria, AIEL, è presente il Gruppo Installatori e Manutentori di impianti a biomassa, che organizza anche corsi. Dai un'occhiata qui http://www.aiel.cia.it/gruppi-di-filiera/gimib.html

Salve, vorrei comprare una stufa idro per una casa di circa 170 mq disposta su tre livelli. Domanda: a seconda delle mie esigenze, posso far lavorare la stufa in maniera tale che scaldi o tutti i 170 mq, oppure 120 mq oppure ancora solo 60 mq? Grazie.

@Pier Paolo, sì, certo, la stufa lavorerà secondo le richieste di calore da parte dell'impianto. Quindi se imposterai i termostati in modo che venga scaldata solo una parte della casa, la stufa funzionerà di conseguenza.

Salve vorrei sapere se è vero che le stufe a pallet collegate ai termosifoni producono meno umidità in casa,ossia muffa sui muri,condensa alle finestre ecc.praticamente mi dicono che è un caldo asciutto.

@Alfredo, è proprio così, una stufa a pellet in casa regala un caldo confortevole e asciutto, c'è chi mette addirittura la biancheria stesa in salotto perché si asciuga prima :)

salve vorrei un vostro parere tecnico ho montato una stufa a pellet tipo mcz musa hydromatic 24 in una casa di 150 metri quadri su due livelli e collegata a 120 elementi di termosifoni interasse 80 però noto che la stufa lavora maggiormente al massimo ed il piano superiore non è abbastanza caldo consuma un sacco di pellet ogni 4 ore secondo voi la stufa è troppo piccola per le mie esigenze?? grazie mille

ciao francesco io ho una stufa uguale alla sua collegata ad 11 termosifoni in totale di 120 elementi pero non mi riesce a scaldare bene il piano superiore consumando un sacco di pellet ogni 4 ore la casa e grande 150 metri quadri mi sapresti dire che parametri hai impostati per la tua stufa grazie in anticipo

@Aldo, per poterti rispondere ci manca un elemento: il grado di isolamento della tua casa. E' importante anche capire se il collegamento è stato effettuato al collettore idraulico (non ad un termosifone!), in modo che l'intero impianto sia alimentato correttamente. Facci sapere.

Pagine

Gli articoli correlati