Camino a pellet | yourFire

da un'idea di yourFire

Condividi

Email Pinterest

Camino a pellet

Quattro vantaggi che non avevate considerato

Il confronto tra camino a legna e camino a pellet coincide con il binomio tradizione vs praticità. C’è chi non potrebbe rinunciare alla vista dei ciocchi che bruciano nel focolare, e chi si rende conto di non essere portato per la fatica di accendere e spegnere la legna più volte al giorno. Per questi ultimi la variante a pellet del classico caminetto può costituire una valida alternativa. Vediamo insieme quali sono gli aspetti positivi che il camino a pellet può offrire.

 

1. Il camino a pellet si programma per accendersi da solo.

Il grande vantaggio del camino a pellet è che è possibile accenderlo e spegnerlo automaticamente, impostando un semplice programma dal telecomando. Grazie ad un sistema elettronico, i granuli di legno pressato vengono prelevati direttamente dal serbatoio e depositati nel braciere per accendersi all’orario stabilito.

Ma non è tutto. Il camino a pellet si regola da solo anche per raggiungere una precisa temperatura, cosa impossibile con i camini a legna. Nei camini a pellet MCZ Comfort Air®, dal telecomando si possono impostare diverse temperature nelle varie stanze dove l’aria calda viene canalizzata.

Camino a pellet Vivo 90 MCZ

 

2. Il camino a pellet si integra perfettamente con l’arredo.

Se da un lato sulla praticità d’uso del pellet non si discute, dall’altro è vero che non è sempre facile trovare una stufa in grado di inserirsi armoniosamente nel contesto scelto per gli arredi. Integrare direttamente il prodotto a parete è a volte la scelta più adeguata, una soluzione realizzabile solo con un caminetto.

In questo progetto, realizzato a Lione, in Francia, il camino Vivo 80 pellet di MCZ è stato montato a filo all’interno della parete attrezzata. L’effetto è estremamente suggestivo quando il camino è acceso, ultra-discreto quando è spento e sembra quasi un tutt’uno con gli altri elettrodomestici della cucina (clicca qui per saperne di più su questo progetto).

Cheminée à pellet Vivo 80 de MCZ

 

3. Il camino a pellet non ha bisogno di una legnaia ed è più pratico da caricare e pulire.

Quando in casa c’è un camino a legna, è sempre necessario adibire uno spazio apposito, asciutto e al coperto, per stoccare i ciocchi. Anche le operazioni di caricamento e accensione possono costituire una fastidiosa seccatura, perché la legna sporca e la fiamma va alimentata costantemente più volte al giorno. Il pellet, invece, si può immagazzinare anche in garage, in comodi sacchi da circa 15 kg. Per caricare un camino a pellet è sufficiente versare i granuli nel serbatoio direttamente dal sacchetto o con una paletta. E’ un’operazione che si fa circa una volta al giorno o anche meno, secondo le ore di funzionamento.

In questo progetto, il camino Vivo 80 pellet di MCZ è stato installato nella hall di un albergo design. E’ stato scelto appositamente per non impegnare troppo il personale, visto che è sufficiente caricarlo una volta al giorno. Il pellet, poi, brucia completamente, lasciando pochissimi residui, e pulire il braciere non porta via più di un minuto (per saperne di più su questo progetto clicca qui).

Slow Horse Piancavallo

 

4. Il camino a pellet offre una bella fiamma e un funzionamento silenzioso.

Nei camini a pellet più moderni, il braciere e l’ingresso di aria calda sono studiati appositamente per garantire non solo la massima efficienza, ma anche la gradevolezza visiva della fiamma.

Vivo 90 pellet di MCZ, ad esempio, ha un formato ampio e panoramico a 16:9. La sua particolarità è un braciere allungato, in cui il pellet si deposita in modo uniforme e crea una fiamma gradevole e più naturale rispetto ai prodotti a pellet tradizionali. Se l’effetto scenico è assicurato, anche il comfort non è da meno. Vivo 90 può funzionare anche a ventilatore completamente spento (funzione No-Air). Nel progetto qui di seguito, la famiglia l'ha scelto appositamente anche per il suo formato (clicca qui per saperne di più).

Camino a pellet Vivo 90 MCZ

Lascia un commento!

Gli articoli correlati