Cottura allo spiedo | yourFire

da un'idea di yourFire

Condividi

Email Pinterest

Cottura allo spiedo

Tecniche di cottura con il fuoco

La cottura allo spiedo (o girarrosto) è tra le più antiche tecniche di preparazione della carne utilizzate dall’uomo.

I pezzi, soprattutto interi, vengono infilzati nello spiedo che viene fatto ruotare lentamente sopra una fonte di calore, in modo che la carne risulti perfettamente dorata da tutti i lati.

La tecnica è utilizzata, anche se in modi diversi, in tutto il mondo e può essere realizzata a carbone, a gas o anche con una fonte di calore elettrica. Senza perdere di gusto e di sapore si passa dal kebab turco, ai churrascos del Brasile, fino all’asado in Argentina e al léchon nelle Filippine, un maiale intero arrostito per lunghe ore sopra il carbone, che viene preparato per le occasioni speciali.

L’unico inconveniente della cottura allo spiedo è che la carne tende a seccarsi velocemente perdendo i grassi e i succhi interni. Per mantenerla morbida è necessario che venga spennellata regolarmente durante la cottura con suoi stessi grassi, raccolti in una leccarda, o con olio, burro o una specifica marinata.

Con il barbecue a carbone, grazie all’affumicatura, è possibile ottenere una carne più aromatica e saporita rispetto alla cottura elettrica o a gas.

Tutti i barbecue della linea Sunday Expert sono predisposti per l’inserimento di un pratico girarrosto elettrico. Le scanalature laterali sono ideali per regolare la distanza tra lo spiedo e le braci stesse a seconda del cibo da cuocere.

La carne rossa ad esempio va collocata abbastanza vicino alla brace, così che la cottura sia rapida in superficie e mantenga l'interno morbido e succoso. Il pollo ha bisogno di una cottura più lenta e va quindi posizionato ad una distanza maggiore dalle braci. Il pesce va sistemato vicino alla brace, in modo che si dori rapidamente in superficie mantenendo la polpa morbida.

 

Lascia un commento!

Gli articoli correlati