Perché ho scelto una stufa a pellet Philo di MCZ | yourFire

da un'idea di yourFire

Condividi

Email Pinterest

Super piatta, super discreta

Recuperare una nicchia difficile con una stufa a pellet

David e la sua famiglia vivono a Mons, in Belgio, in un’abitazione con più di cent’anni di storia. In un momento in cui erano già in programma diversi lavori di ristrutturazione, David e sua moglie hanno iniziato a pensare ad un punto fuoco che poteva rispondere ad una serie di esigenze.

Perché vi siete orientati verso il mondo delle stufe a pellet?

Avevamo bisogno di una fonte di calore supplementare, per aiutare il sistema di riscaldamento centrale. Avevamo già un focolare aperto a legna, in salotto, ma sapevamo bene che per scaldare davvero serve ben altro. Mia sorella aveva acquistato una stufa a pellet a marchio MCZ e ne era molto contenta. Ci aveva colpito l’idea di poter scaldare rapidamente, ma soprattutto di programmare la stufa secondo i nostri orari.

Da dove viene la scelta del modello Philo di MCZ?

Per nascondere una vecchia canna fumaria, abbiamo realizzato una parete divisoria che separa la sala da pranzo dal salotto. Ci serviva un punto fuoco da inserire in questa parete e il modello Philo è risultato perfetto per diversi motivi.

Prima di tutto, Philo ha l’uscita fumi superiore e questo ci ha permesso di riutilizzare la canna fumaria che già esisteva.

Poi, il fatto che sia così poco profonda (appena 27 centimetri) ci ha consentito di montarla a filo muro, in modo che sia più discreta possibile. La zona giorno in cui l'abbiamo installata è infatti piuttosto stretta e lunga e qualsiasi ingombro sarebbe risultato... di troppo!

Infine, Philo è tra le poche stufe sul mercato che ha due flussi d’aria orientabili a piacimento, uno superiore e uno frontale/laterale. In questo modo, noi che l’abbiamo montata in nicchia, possiamo decidere dove far uscire il calore.

Cosa consigliereste a chi sta cercando una stufa a pellet?

Un aspetto importante è vedere il prodotto, o almeno un modello simile, in funzione. Per noi è stato fondamentale, perché ci ha permesso di valutare la rumorosità del ventilatore e di capire bene il funzionamento.

Come vi trovate con la vostra Philo?

Siamo davvero molto soddisfatti per il suo design e le sue prestazioni. Non fa troppo rumore e si usa in modo veramente semplice, sia con il telecomando sia in modalità manuale. L’unico inconveniente è dover pulire il braciere, un’operazione che va fatta regolarmente, ma non porta via più di 1-2 minuti al giorno.

Narrow pellet stove MCZ

Narrow pellet stove MCZ

Narrow pellet stove MCZ

Lascia un commento!

In una nicchia come fa a caricare il pellet lateralmente?

Gli articoli correlati