Testimonianza stufa Cute MCZ | yourFire

da un'idea di yourFire

Condividi

Email Pinterest

Dimensione creativa

Come ritrovare l’ispirazione davanti al fuoco

Lo Studio grafico Representa fino a qualche anno fa era in pieno centro, a Pordenone. Era una scelta fatta per avvicinarsi ai clienti o per il presunto prestigio di un ufficio in centro storico. A conti fatti, però, tra le difficoltà di parcheggio e la scarsissima qualità della vita, il gioco non valevala candela.

“Non riuscivamo nemmeno ad aprire la finestra per il rumore delle macchine e la puzza di smog”, racconta Nicola, uno dei due soci dello studio.

La scelta di spostarsi in piena campagna, a mezz’ora di macchina dal centro, è stata prima di tutto un’esigenza creativa.

Abbiamo deciso di allontanarci dal rumore di fondo, dagli stereotipi, dai luoghi comuni, dalle cose viste ma non guardate, dalle cose dette per inerzia, dalla saturazione. E l’abbiamo fatto proprio fisicamente. - Nicola Benedetti, graphic&web designer

Alla fine il guadagno è stato anche degli stessi clienti. Immergersi in questa rilassante dimensione rurale, dove i nitriti di cavalli e i profumi della terra appena arata hanno sostituito i clacson e lo smog, è un piacere anche per loro.

yourFire stories

yourFire stories

yourFire stories

La ristrutturazione è stata seguita direttamente dai due soci. Hanno disegnato e montato una ad una le boiserie su misura che corrono lungo le pareti, hanno posato il parquet in rovere naturale, hanno dipinto le pareti lasciando a vista il laterizio originale e puntando sul rosso, il colore istituzionale dello studio. Quella che era l’anonima soffitta di una vecchia casa di campagna si è trasformata in un ambiente accogliente e fresco, che li rappresenta appieno, lontano dalle mode artefatte dei loft industriali.

Nella scelta del sistema di riscaldamento, Nicola e Marco si sono orientati verso un’alternativa ecologica e comoda da utilizzare: una stufa a pellet.

Il primo driver è stato l’estetica. Sul mercato non ci sono molte stufe come Cute di MCZ. È stato un amore a prima vista, l’abbiamo subito immaginata tra le pareti candide del nostro studio. - Nicola Benedetti, graphic&web designer

Considerando l'ampio volume da riscaldare (i soffitti sono alti oltre 4 metri e mezzo), è stato necessario installare due stufe, una accanto al tavolo riunioni e l’altra nella parte opposta dell’open space. “Quando si resta per molte ore fermi davanti al computer”, spiega Nicola, “è necessario che l'ambiente sia sufficientemente caldo.”

La praticità del pellet era un aspetto necessario. “Non potevo certo svegliarmi alle sei del mattino per riscaldare l’ufficio”, spiega Nicola. “Programmo le stufe perché si accendano entrambe prima del nostro arrivo e si spengano quando ce ne andiamo.”

Il modello Cute ha due altri pregi, che non sono passati inosservati.

Prima di tutto è un modello molto silenzioso, che riscalda efficacemente anche in modalità “No-Air”, ossia senza ventilazione. È perfetto quindi per un luogo in cui la concentrazione è un fattore fondamentale.

Secondo, la piacevolezza della fiamma. Rispetto alle altre stufe a pellet sul mercato, Cute ha una fiamma larga e naturale come un fuoco di legna.

Una fiamma del genere crea subito un senso di casa, anche i clienti si rilassano e lavorare diventa per tutti un piacere. – Nicola Benedetti, graphic&web designer 

 

yourFire stories

 

Lascia un commento!

Gli articoli correlati