Canna fumaria e raccordo fumi | yourFire

da un'idea di yourFire

Condividi

Email Pinterest

Canna fumarie: legna e pellet a confronto

Il combustibile che scegliete determina anche l’andamento della canna fumaria

Se parliamo di case di nuova costruzione, la posizione del camino o della stufa e quella della relativa canna fumaria possono essere decise sulla carta, contemporaneamente alla progettazione globale.

Diverso è il caso degli interventi di ristrutturazione, con canna fumaria esistente, dove diventa più complicato riuscire a posizionare il camino esattamente dove si vorrebbe.

Il caminetto, che sia a legna o a pellet, non è un elemento autonomo, perché ha bisogno di un’adeguata canna fumaria per funzionare correttamente. E’ la giusta canna fumaria, infatti, la principale responsabile del perfetto tiraggio e quindi di un camino che scalda bene senza ritorni di fumo e con un bel vetro pulito.

Va detto in primo luogo che quella che comunemente chiamiamo “canna fumaria” è in realtà costituita da due elementi. Il primo è il “canale di fumo” o “raccordo fumi”, che può avere un andamento anche irregolare ed è a tutti gli effetti il collegamento tra il camino o la stufa con la canna fumaria propriamente detta. La canna fumaria è più propriamente il tubo coibentato che esce dal tetto e arriva fino al comignolo. L’insieme canna fumaria più raccordo fumi è chiamato “impianto fumario”.

Qui di seguito vediamo l’andamento tipico che deve seguire un impianto fumario quando deve smaltire i fumi di un caminetto a legna e di un prodotto (stufa o camino) a pellet.

 

IMPIANTO FUMARIO PER CAMINETTO A LEGNA

ANDAMENTO: L’andamento del raccordo fumi deve essere il più possibile verticale con inclinazioni di massimo 45°. Le curve possono essere anche più di una.

LUNGHEZZA MINIMA: L’impianto fumario per smaltire i fumi di legna deve essere di almeno 4 metri complessivi.

LUNGHEZZA MASSIMA: Non c’è un limite fisso per la lunghezza massima, l’importante è che la lunghezza garantisca il tiraggio. Il tiraggio per mantenere prestazioni di riscaldamento idonee deve essere sempre tra gli 8 e i 12 Pa a caldo (misurazioni che vanno effettuate dal fumista).

SEZIONE: La sezione della canna fumaria può variare a seconda del prodotto scelto o dell’altezza complessiva dell’impianto, ma in ogni caso non deve essere mai più piccola del diametro del colletto di uscita dei fumi dell’apparecchiatura, che è normalmente di 15 cm.

canna fumaria MCZ

IMPIANTO FUMARIO PER CAMINETTO O STUFA A PELLET

ANDAMENTO: L’andamento del raccordo fumi per i prodotti a pellet può avere anche tratti quasi orizzontali, anche se è sempre consigliata una pendenza di almeno il 3%. In ogni caso, sono sconsigliate più di tre curve a 90° (“regola delle 3T”, escluso il raccordo a T in uscita dall’apparecchio) e i tratti orizzontali non dovrebbero superare i 3 metri.

LUNGHEZZA MINIMA: Il raccordo fumi deve avere come minimo una lunghezza in verticale di 1,5 metri.

LUNGHEZZA MASSIMA: La lunghezza massima del raccordo fumi dipende dall’andamento della tubatura: se è prevista solo una curva a 90° possiamo arrivare ai 6 metri, mentre se ne sono previste 3 la lunghezza massima si abbassa ai 4 metri.

SEZIONE: Il diametro della canna fumaria di un prodotto a pellet è sensibilmente più piccolo di quello per lo scarico di fumi di legna. Parliamo infatti di 10 cm contro i 25-30 della legna. In ogni caso la canna fumaria deve avere una sezione maggiore rispetto all’uscita fumi del prodotto, che di solito si aggira sugli 8 cm.

Pellet flue solutions by MCZ

Qui sopra sono presentate tre situazioni tipiche nell'installazione di prodotti a pellet, che sono tutte perfettamente regolari.

SOLUZIONE A: la canna fumaria "fora" il solaio e raggiunge direttamente il tetto; anche se il pavimento non è costituito di materiali infiammabili, tra la canna fumaria e il solaio va comunque inserito un adeguato isolante.

SOLUZIONE B: dalla stufa esce un tubo "a parete" che raggiunge direttamente una canna fumaria realizzata all'esterno dell'edificio; in questo caso, vanno utilizzati esclusivamente tubi inox isolati a doppia parete, ben ancorati a muro; il comignolo deve essere del tipo "antivento".

SOLUZIONE C: per raggiungere la canna fumaria già esistente nell'edificio, viene realizzato un raccordo fumi con un determinato andamento. 

 

Vuoi saperne di più? Con la nostra Guida ai Prezzi scoprirai quanto può costare una stufa a pellet e da cosa dipendono le differenze di prezzo.

 

Lascia un commento!

Ho una liliana nordica a pellet ho una canna fumaria di 9 metri i primi 2,5 metri sono interni tutto in verticale subito dopo il tubo da 120 si collega nella canna fumaria della casa di diametro 25 cm tutta in blocchi di cemento fino a sopra il tetto. Volevo sapere se è necessario mettere tutta la canna fumaria in acciaio fino a sopra o va bene così, grazie.

Tonino, è un po' difficile con la tua descrizione capire esattamente la situazione di partenza e le prescrizioni normative. In ogni caso, le migliori canne fumarie che noi consigliamo sempre sono quelle in acciaio inox, eventualmente rivestite in muratura. Puoi consultare un tecnico di zona per un sopralluogo sul posto e per informazioni più dettagliate. A presto!

ho apprezzato le spiegazioni che riguardano il tiraggio della caldia a pellets, sighifica che la canna fumaria deve avere un 1 cm a ml di pendenza anche per cui se è lunga 7 l'istallatore deve dare una inclinazione di cm 7-10 o no? grazie

Buongiorno,
per quanto riguarda i prodotti a pellet è importante garantire che il raccordo fumi abbia una minima pendenza (consigliati almeno 3°) e che la sua lunghezza non superi i 4 metri. Si tratta dell'esempio C del nostro disegno. Di sicuro il suo tecnico sarà in grado di determinare esattamente l'andamento della canna fumaria per il suo specifico caso. Un saluto!

ciao, ho una canna fumaria esistente che arriva fino al tetto della lunghezza di 8 metri e larga 32cm veniva utilizzata x un camino che non esiste più, posso attaccarci il tubo di una stufa a pellet e utilizzare la canna fumaria esistente?

@Patrizio, il tuo sembra il tipico caso in cui il tubo di una stufa a pellet viene inserito all'interno di una canna fumaria esistente. Verifica con un tecnico fumista abilitato se è proprio così. Facci sapere!

salve sto acquistando una casa nuova costruzione, metterò un camino a legna e mi hanno proposto canna fumaria in acciaio diametro max 16 cm a partire dall'intradosso del solaio primo fino a sfociare sul coperto, quanto deve essere il diametro ideale?

@Mauro, il diametro ideale dipende dal tipo di camino che andrai a installare e dalla lunghezza complessiva dell'impianto fumario. Per farti un esempio, parlando di un camino a legna MCZ, se l'impianto fumario supera i 5 metri di lunghezza, il diametro minimo richiesto è di 25 cm.

Salve io ho un camino chiuso al primo piano con una canna fumaria di acciaio inox che arriva sino al tetto e oltre. Vorrei mettere una stufetta a pellet o legna in una stanza che è proprio sottostante la stanza dove ho il camino e vorrei collegarmi alla canna fumaria del camino stesso. E'possibile secondo voi ? grazie

@Carlo, purtroppo no! Ogni prodotto deve avere per legge la sua canna fumaria, non si possono collegare una stufa e un camino alla stessa.

Ho una domanda....quanto sono le distanze massime in orizzontale del camino per poter installare una stufa a legna o a pellet? Il posto dove verrebbe installata la stufa è circa a 6 Mt.(qualcosa di meno) dal camino più 2 curve una 90°e l'altra da 45°....posso installarla oppure ci saranno problemi di tiraggio? Grazie per la risposta.

@Renato, per installare una stufa a legna il tuo camino è effettivamente troppo lontano. Per una stufa a pellet, va comunque fatta valutare la situazione da un installatore, perché 6 metri con due curve possono effettivamente compromettere il tiraggio.

Salve,sarei interessato ad installare un termocamino legna pellet di 30 kw circa, la canna fumaria dovrebbe percorrere circa 4 metri con una leggera pendenza di circa 25% per poi allacciarsi all'esterno e salire in verticale per circa 6 metri, a parer suo potrei avere problemi? La ringrazio anticipatamente per l'eventuale risposta.

@Salvo, la canna fumaria di un prodotto che funziona a legna non può avere pendenze inferiori al 45%, pena problemi seri di tiraggio. Nel tuo caso è quindi consigliabile un caminetto che funzioni solo a pellet, anche se il tratto semi-orizzontale non dovrebbe superare i tre metri. Quindi, ti consigliamo di contattare un tecnico per verificare se la pendenza del 25% è sufficiente.

Salve,ho intenzione di sostituire l'attuale stufa a legna vecchio tipo con una di nuova generazione tipo Nordica modello rosa che ha le porte con chiusura praticamente ermetica.L'attuale canna fumaria ha l'età della casa, 35 anni ed è lunga circa 7m non ha il tubo di acciaio all'interno. Volevo sapere se mettendo 2 curve a 90° posso avere problemi di tiraggio? In quanto con la stufa attuale di vecchio tipo non ho problemi di ritorni di fumo. Grazie

@Danilo, prima di tutto ti consigliamo di verificare che il materiale con cui è fatta la vecchia canna fumaria e soprattutto il diametro siano compatibili con la nuova stufa che intendi acquistare. Infatti, il diametro del canale da fumo deve essere uguale o maggiore a quello dell’uscita dell’apparecchio. Per quanto riguarda le curve, le due curve a 90° potrebbero non costituire un problema, a patto che il tratto in orizzontale sia lungo al massimo 2 metri e che ci sia comunque una pendenza minima di almeno il 3%.

La canna fumaria della stufa a pellet puoi inserirla in una già esistente, nel tuo caso in quella del camino,purché si rispetti il diametro del tubo della stufa. Quindi dal tetto dovrai far scendere tutti i tubi da 1 metro fino all imbocco della stufa...

Buongiorno gradirei se possibile un consiglio in quanto sto ristrutturando casa, ho intenzione di installare una stufa a pellets da 14 kw , vorrei sapere se è corretto posizionare la canna fumaria dentro casa contenuta da un cassonetto in muratura perfettamente a piombo fino al tetto per circa 7 metri fino al comignolo? In attesa di un vostro riscontro vi invio i miei più cordiali saluti.

Buona sera mi piacerebbe montare un vostro termocamino ma ho il problema della canna fumaria che dovrebbe essere montata in modo orizzontale per almeno 6/7m e poi salire in verticale desideravo avere delle delucidazioni in merito grazie per la vostra cortese attenzione buona serata

@Giuseppe, se il diametro della canna fumaria è dimensionato adeguatamente rispetto alla stufa, l'andamento perfettamente verticale va bene. È importante però che la canna fumaria sia ispezionabile, quindi il cassonetto in muratura non deve essere completamente chiuso.

@Antonio, purtroppo un tratto in orizzontale così lungo comprometterebbe del tutto il buon tiraggio di un camino a legna, quindi non te lo consigliamo assolutamente.

Salve spero possiate aiutarmi a scegliere un camino a legna che non mi faccia fumo.
Ho una canna fumaria di 9 m con sezione diametro 160 mm in acciaio e tutta dritta all interno del muro perimetrale della casa che si trova in un paese a 256 m sul livello del mare.
Mi sono innamorato di un camino della spartherm di 7 kw che ha l uscita dei fumi 18 cm è un problema o posso procedere tranquillamente con le caratteristiche che vi ho elencato?
Grazie di cuore

@Maurizio, se il tubo a tua disposizione ha diametro 16 cm e l'uscita fumi del camino Spartherm richiede 18 cm, purtroppo non ci sono soluzioni. Una canna fumaria con un restringimento comprometterebbe il tiraggio e il buon funzionamento del prodotto.

Salve, vorrei sapere: ho montato una stufa a pellet, salgo circa 3 metri poi orizzontale 4 metri e sono fuori poi metto t e tre metri in verticale. Vorrei sapere se va bene, grazie.

@Nicola, dovrebbe andare bene. Ricordati che nel tratto orizzontale devi mantenere una pendenza minima del 3-5%. In ogni caso, è sempre meglio sentire un installatore qualificato per valutare la situazione di partenza.

Stufa Camino a Pellet Marca EVA CALOR Mod. Raffaello da 12 KW. Se il tubo da 80 mm. di scarico sale all'interno della stanza per circa 1,5 metro, poi entra nel muro con una curva a 90 ° (Spessore del muro 40 cm.) poi sale con un altra curva in verticale per 5 metri curve da mm. 80, mentre il diametro del tubo in salita per 5 metri coibentato e di diametro maggiorato a 10 -12 cm, è OK? Alcuni fumisti consigliano una presa d'aria esterna che vada direttamente in camera di combustione, ma se la stufa non è predisposta come si potrebbe fare?

@Giorgio, ci sembra di capire che il tuo impianto fumario è così composto: il raccordo fumi ha andamento verticale per 1,5 mt, poi curva a 90° per entrare nel muro, prosegue con un tratto orizzontale di 40 cm, poi curva a 90° per poi entrare nella canna fumaria (coibentata e diametro 10-12) e proseguire in verticale per 5 mt. Se è così, non dovrebbero esserci problemi. Si consiglia di inserire dei raccordi a T ispezionabili. Come sempre ti consigliamo di contattare un installatore qualificato prima di procedere con qualunque lavoro!
Per quanto riguarda la tua seconda domanda, la presa d'aria esterna va sempre prevista, a meno che la stufa non sia di tipo "ermetico". Se la stufa non appartiene a questa categoria, è obbligatorio far affluire l'aria da una presa in ambiente. Speriamo di averti aiutato almeno un po'!

Buonasera, volevo porre il mio quesito;
Devo istallare un termocamino pellet, una piazzetta mp 973 th ed il dubbio è sul luogo dove istallarla..posso optare per due differenti posti infatti devo fare un impianto in una casa che non lo ha mai avuto. La prima opzione e tra una finestra ed un pilastro, dovrebbe salire per 2 metri uscire dal muro e fare una curva proseguire sotto un balcone per 3 metri (quasi in orizzontale) poi un altra curva e salire sul tetto per altri 6 metri. La seconda opzione e istallarla in una parete interna della casa in questo caso dovrà salire per due metri fare un acurva porseguire per altri 2 metri per uscire dal muro perimetrale fare una dobbia curva e salire sul tetto per 6 metri. cosa mi consiglia? va bene un termocamino per riscaldre 250 mq? Grazie in anticipo.

Articolo decisamente semplice ma interessante e dettagliato. Io non so se posso permettermi di nominare un sito ma ultimamente mi sono rivolto al sito: caminoteca[punto]it e li ho ricevuto spiegazioni interessanti e ho trovato prodotti davvero eccellenti e di qualità e garantiti 25 anni tutti marcati CE. Molti di noi manco conoscono la differenza tra canale fumo, canna fumaria e le differenze tra apparecchi grazie a questo articolo e allo staff di Caminoteca.it ho realizzato il mio impianto fumario alla grande e niente, ci tenevo a fare presente la mia esperienza. Saluti e buon lavoro a questo blog che scrive articoli di buonissimo livello.

@Ubaldo, grazie della segnalazione. Ci sembra però che questo sito spinga troppo verso il fai-da-te, che è decisamente rischioso quando si parla di prodotti che bruciano ed emettono gas. Dal 2008, in Italia, gli installatori di stufe e camini devono essere in possesso di una specifica abilitazione (la lettera C del D.M. 37/2008). Affidandosi ad un professionista abilitato si ha la certezza che saranno seguite le normative vigenti e le indicazioni del produttore e che saranno utilizzati esclusivamente materiali idonei. In poche parole, si può stare sereni che l’impianto fumario funzionerà in modo sicuro e senza problemi. Ma non basta. Una posa a regola d’arte è essenziale anche per la validità della garanzia sul prodotto, che decade immediatamente nel caso l’installazione non sia a norma. Anche per ottenere alcune forme di agevolazione, come il Conto Termico ad esempio, è necessario presentare una dichiarazione di conformità dell’impianto alla regola dell’arte, ossia un certificato in cui l’installatore attesti di aver rispettato tutte le norme relative agli impianti a legna o a pellet.

Pagine

Gli articoli correlati