Progetto caminetto bifacciale in libreria

da un'idea di yourFire

Condividi

Email Pinterest

L'arte intima del fuoco

250 metri quadri da collezione nel progetto dello Studio Corde di Venezia, dove trova spazio un suggestivo camino bifacciale

Il progetto che segue è quello di una coppia di collezionisti della provincia di Pordenone, appassionati d'arte e design, abituati ad aprire la propria casa ad amici e conoscenti. Un piacevole via vai riservato però al piano terra, mentre una zona più intima, raccolta, è stata ricavata al piano superiore, mansardato.

In quest'area è un camino dalle dimensioni compatte a regalare fascino e comfort (modello Forma B95 di MCZ). 

La suggestione del bifacciale permette di godere del piacere della fiamma sia dal piccolo living adibito a sala lettura, sia dalla camera da letto matrimoniale

Il camino è stato volutamente integrato nella libreria, realizzata su disegno con ripiani, montanti e cremagliere.

Inserire il termocamino in una libreria in legno non è stato affatto semplice come all'inizio pensavamo. Insieme ad MCZ abbiamo individuato una serie di soluzioni tecniche assolutamente non banali, che hanno coinvolto l'isolamento e il rispetto delle distanze minime.

- Architetto Giovanni Sciré Risichella

Oltre ai libri e alla libreria stessa, era infiammabile anche il parquet, che andava protetto dal contatto diretto con il camino.

La soluzione trovata è sia estetica che funzionale: una sorta di foglio in marmo che abbraccia il rivestimento in cartongesso bianco, fuoriesce a mo' di soglia di 2-3 cm e si piega a 90 gradi verso il pavimento.

 

Lo studio Corde

Corde Architetti è stato fondato nel 2003 da Alessandro Santarossa e Giovanni Scirè Risichella, ha sede in un edificio riconvertito nel porto industriale di Venezia.

La filosofia di lavoro dello studio si imposta su di un contrasto interno: la verticalità dell'organizzazione e l'orizzontalità dell'approccio progettuale. I compiti ed i ruoli, essenziali nelle diverse fasi, si azzerano completamente nello sviluppo del progetto con la volontà di creare una piattaforma comune di discussione. La ricerca dello studio si radica su questo intreccio di responsabilità e attitudini.

 

Lascia un commento!

Gli articoli correlati